Loading

Occhio alla truffa dei portatili “REFURBISHED”

Occhio alla truffa dei portatili “REFURBISHED”

In queste ultime settimane, il feed Facebook di molti appassionati di informatica è tappezzato da decine di inserzioni pubblicitarie che invogliano all’acquisto di notebook usati/ricondizionati (“refurbished”) a prezzi molto bassi: (troppo bassi!!) si parla di 89 € per Dell XPS 13, 129 € per potentissime macchine da gaming Asus RoG con CPU Intel i7-7700HQ e GTX 1070 o 110 € per Thinkpadprofessionali con 8 GB di RAM e 256 GB di SSD. Per quanto le offerte siano allettanti e gli shop che le propongono diversi, è altamente probabile che si tratti di una truffa. È certamente meglio starne alla larga.

Vi sono vari indizi che mi portano alla conclusione che queste inserzioni per notebook usati siano truffe.

Innanzitutto, chiariamo ad appannaggio dei meno esperti che questi portatili non vengono “venduti da Facebook”: si tratta invece di soggetti terzi che acquistano gli spazi pubblicitari sul social network. È semplicissimo e chiunque può farlo: non sono richiesti documenti, e si può procedere anche senza partita IVA.

I prezzi sono fuori mercato

I venditori parlano di questi computer come di portatili usati ma ricondizionati (“refurbished”), ovvero ritirati, verificati e coperti da nuova garanzia. Per rendere più credibile l’offerta, le inserzioni anticipano la presenza di “segni di usura minori dovuti all’uso”, ma garantiscono che, tecnicamente, funzionano perfettamente.

Ciò nonostante, i prezzi sono talmente bassi da risultare fuori mercato: uno dei siti che ho analizzato, ad esempio, propone un Dell XPS 9550 a 129.99 €. Si tratta di un computer di fascia molto alta, disponibile sul mercato da meno di un anno, che costa, nuovo, oltre 1.300 €.

Ora: per quanto il fatto che si tratti di un usato possa far scendere il prezzo, un rapporto di 1:10 non è realistico per un PC così nuovo. Per verificarlo, facciamo una ricerca mirata su eBay per la stessa macchina, limitandoci all’usato:

» VediDell XPS 9550 usati su eBay

Le proposte di venditori con un’affidabilità comprovata che possiamo rintracciare partono da 700 €, ovvero quasi sette volte in più rispetto a quanto richiesto dal nostro store truffaldino.

I domini sono stati registrati da poco

Un altro segnale ben poco rassicurante è il fatto che tutti gli shop che vendono questi fantomatici portatili ricondizionati a basso prezzo via Facebook rispondono su nomi a dominio registrati da pochissime settimane. Per verificarlo, immettiamo il nome a dominio dello store su www.whois.net e diamo un’occhiata al valore.

Nessuna recensione indipendente

Un altro aspetto che deve far insospettire è che, cercando il nome del sito o il dominio su Google, non si trovano mai recensioni. Possibile che se, come millantano molti di questi negozi, “l’azienda ha una storia decennale”, non vi sia nemmeno lo straccio di un commento di qualche acquirente soddisfatto?

Ovviamente è necessario usare un motore di ricerca: le review sul sito stesso sono infatti banalmente falsificabili, così come quelle lasciate in coda ai post pubblicitari su Facebook.

Nessuna informazione di contatto

La maggior parte dei siti che vendono laptop usati a basso prezzo rende disponibile un form di contatto via email, ma nessun numero di telefono o, men che meno, un indirizzo fisico, un numero di partita IVA (o equivalente).

Se anche si trattasse di un’attività legittima, questa scelta complicherebbe moltissimo le operazioni in caso di smarrimento del pacco o per svolgere il reso della merce difettosa.

Tratto da: turbolab.it

 

Le nostre offerte sul rigenerato sono comprovate e garantite. Guardate le offerte e per ogni informazione compilare il modulo richiesta presente sul sito.

 

Inserisci la tua email, la useremo per risponderti.
l'informativa e autorizzo il trattamento dei dati ai sensi del D.lgs 196/03
Share this :